Coronavirus, casi sospetti in Umbria. Operativo da oggi il numero verde attivato dalla Regione.

L’assessore regionale alla salute Luca Coletto ha dato atto dell’esistenza di una famiglia residente in Umbria con all’interno un componente rientrato dalla Cina e tenuto sotto osservazione dal suo medico da circa 10 giorni. La famiglia intera è stata invitata ad effettuare un isolamento nella propria abitazione per almeno 5 giorni.

Ci sono stati poi altri 5 casi sospetti di persone giunte in questi giorni nei reparti di malattie infettive dei presidi ospedaliri regionali. In realtà si sono rivelati ‘non casi‘ come riferisce la Regione Umbria.

Alcuni di questi erano provenienti da zone interessate dal coronavirus.

Sempre dalla Regione fanno sapere che l’attività di monitoraggio del virus è effettuata da una Task Force in collaborazione con numerosi medici e strutture, dalle Direzioni delle aziende sanitarie e in particolare i Servizi di prevenzione, dai laboratori e i reparti di malattie infettive delle Aziende Ospedaliere di Perugia e Terni.

La Regione ha attivato anche il numero verde gratuito 800 63 63 63, da oggi a disposizione dei cittadini per avere informazioni sul coronavirus e sulle sue modalità di trasmissione. L’assessore Coletto ha segnalato che il numero verde è attivo 7 giorni su 7 dalle ore 8 alle ore 20. Nelle ore serali e comunque di non attività, è previsto un inoltro automatico al numero Ministeriale 1500.

Al momento la situazione in Umbria è sotto controllo e non ci sono segnali di pericolosità, ha dichiarato ancora l’assessore.

Fonte: Perugia Today del 07/02/2020

Foto copertina: Maps Google

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.