Turismo 2020 al tempo del coronavirus. Ecco come aumentano le vacanze in Camper.

Dopo circa tre mesi di lockdown la tendenza per le vacanze 2020 è un turismo itinerante.

Questa propensione, in parte imposta dagli effetti del coronavirus e in parte determinata dalle ristrettezze economiche, in realtà sembra riaccendere il desiderio di un contatto diretto con l’ambiente.

Dopo la raffica di cancellazioni registrate nei mesi scorsi di marzo e aprile, i campeggi di tutta italia, da nord a sud, stanno registrando un boom di nuove prenotazioni .

Sembra che buona parte degli italiani per quest’estate tenda a privilegiare strutture dove è possibile rilassarsi in un contesto dove anche il contatto sociale risulta ridotto al minimo.

Un trend confermato anche dai principali portali turistici e che rappresenta dunque una buona fetta di mercato per il turismo della stagione 2020.

Camper e caravan offrono una sicurezza che nessun’altra soluzione di viaggio può offrire.

Con il camper si dorme nel proprio letto, si cucina con le proprie stoviglie, si può fare la doccia nel proprio spazio riservato, insomma si può vivere una vacanza senza troppe preoccupazioni.

Ci si può muovere dove e come si vuole, si può decidere di partire all’ultimo momento, si può esplorare al meglio il territorio; sostanzialmente si può praticare un tipo di turismo duttile, versatile, libero.

Questo tipo di vacanza ci permette anche di decidere di partire all’ultimo minuto oppure ancora di cambiare destinazione laddove quella prescelta risultasse troppo affollata e, magari, spostarsi verso una meta diversa.

Sul sito www.camping.it si possono cercare le migliori strutture atterzzate esistenti in Umbria, per un turismo di qualità e in sicurezza. (Patrizio Di Nola).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.